Le idee accadono

L’intelligenza collettiva è la capacità di una comunità umana di evolvere verso una capacità superiore di risolvere problemi, di pensiero e di integrazione attraverso la collaborazione e l'innovazione. George Pór

Gli inventori «under trenta» che rendono il mondo sostenibile

Gli inventori «under trenta» che rendono il mondo sostenibile

In seguito al successo del concorso "Youth in Action for Sustainable Development Goals", concluso lo scorso 6 giugno con la proclamazione dei 18 vincitori che si sono aggiudicati stage retributi presso le organizzazioni partner , vi proponiamo il bell'articolo uscito sul Corriere della Sera che racconta il progetto con un focus particolare su tre dei progetti vincitori.

"Hai voglia a scrivere gli obiettivi di sviluppo sostenibili 2030. Le indicazioni date dalle Nazioni Unite elencate così possono sembrare generiche: rispettare l‘ambiente, sconfiggere la povertà e la fame, garantire salute, favorire accesso all’acqua, eliminare le disuguaglianze di genere e così via fino ad arrivare a diciassette. Resterebbero giusto buoni propositi se non ci fosse qualcuno che li prende sul serio e li trasforma in un progetto. Come hanno fatto i giovani under 30 che hanno partecipato al concorso Youth in Action for Sustainable Development Goals, promosso dalle Fondazioni Accenture, Eni e Feltrinelli con il supporto di diversi partner fra cui Asvis e la Rete delle università per lo sviluppo sostenibile.

Parliamo di piccole e grandi idee per cambiare in piccolo e grande il mondo, partendo da uno dei temi dell’agenda 2030 dell’Onu: 180 le proposte arrivate, 93 ammesse alla fase finale. Questi hanno potuto svolgere un percorso formativo in modalità e-learning garantito dalle tre Fondazioni per imparare a individuare un obiettivo e costruire un progetto con tanto di business plan. I 40 finalisti hanno poi partecipato ad un workshop formativo per poter perfezionare la propria idea originale. Diciotto i vincitori, decretati da una giuria on line formata dai vari partner dell’iniziativa e a loro verrà data la possibilità di fare uno stage retribuito da 3 a 6 mesi in diverse aziende. e qualcuno parteciperà a eventi internazionali.
«Questi ragazzi — spiega Anna Puccio, segretario generale di Fondazione Accenture — sono autentici attori del cambiamento. Sono bravi, preparati, stimolati dal tema delle sostenibilità e capaci di usare spirito imprenditoriale proiettando le loro idee nel loro futuro». Sabina Ratti, direttrice di Fondazione Eni Enrico Mattei insiste sulla necessità di puntare sui giovani: «Sono loro, in qualità di decisori e leader del domani, a doversi mobilitare oggi per contribuire a rendere la nostra società davvero sostenibile».E loro ci stano provando."

 



Cerca nel sito

CERCA

Menu utente