Linfas

Linfas

Linfas

Le Idee Nuove Fanno Agricoltura Sostenibile
4 apr 2013 17 set 2013

BIO-COMPOST

Titolo: BIO-COMPOST
Payoff: Il compostaggio dei sottoprodotti della filiera agricola: da problema a risorsa
Autori: luca.regni, primo.proietti, luigi.nasini, luana.ilarioni

Campi obbligatori

Abstract - Contenuto essenziale del progetto proposto

Titolo: BIOCOMPOST IL COMPOSTAGGIO DEI SOTTOPRODOTTI DELLA FILIERA AGRICOLA: DA PROBLEMA A RISORSA. Team: Luca Regni (Capofila), Primo Proietti, Luigi Nasini, Luana Ilarioni. Ente: Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali (DSAA) dell’Università di Perugia. Parti terze: un’Azienda agricola e una florovivaistica. Il progetto, in un’ottica di sviluppo sostenibile, mira alla riduzione di input energetici (connessi ai sistemi di smaltimento convenzionali), chimici (fertilizzanti) e di risorse non rinnovabili (torba), attraverso la sottrazione di sottoprodotti delle filiere agroalimentari (reflui oleari, raspi, potature, paglia, ecc.) dai costosi e impattanti sistemi di smaltimento convenzionali, per reinserirli nel ciclo produttivo, trasformandoli in una risorsa (compost) in grado di ridurre l’impatto ambientale dei processi produttivi, anche chiudendo il ciclo del carbonio all’interno dell’azienda, e di generare reddito nelle aziende che li hanno prodotti, in un’ottica di filiera corta. A tal fine, il progetto prevede l'introduzione di innovazioni tecnologiche e di processo, implementando un prototipo di biocomposter, di semplice ed economica realizzazione, messo a punto dal DSAA, per semplificare, accelerare e facilitare il compostaggio su scala aziendale e per ottenere compost di qualità, idonei anche per il vivaismo (in sostituzione della torba) e per coltivazioni biologiche. L’ottimizzazione del processo (identificazione delle miscele di matrici ottimali, riduzione dei tempi, razionalizzazione degli spazi, efficiente controllo dei parametri, ecc.) consentirà di ottenere compost con alto valore fertilizzante/ammendante, repressivo nei confronti di patogeni delle piante, di facile ottenimento ed economico. Il progetto creerà una nuova figura professionale (esperto in gestione e riutilizzo dei sottoprodotti) con funzioni polivalenti orientate alla produzione e alla sua sostenibilità e che potrà facilmente trasferire le innovazioni alle aziende interessate.

Forum Tecnico

vai >>

Blog tematico

vai >>

Download materiali utili

vai >>

Le idee accadono

Tutelare la biodiversità del territorio di Oristano con il progetto “Tracciabilità con metodi naturali”

 
tutti i related >>

Community Channel

Fare innovazione, l'esperienza di Snam

Fare innovazione, l'esperienza di Snam

tutti i related >>

Social Feeds


Cerca nel sito

CERCA

Menu utente