Digital social innovation: il blog

In questo blog multiautore, esperti dei diversi ambiti di applicazione della digital social innovation ci racconteranno le loro esperienze: leggi i loro contributi, condividili con i tuoi amici e dì la tua. 

Molluschi sentinella

Molluschi sentinella

Si chiama Smart shell, è un progetto sviluppato da Federica Di Giacinto ricercatrice dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise e da Luigi Carbone ingegnere delle Officine Inovo di Teramo e sfrutta i movimenti naturali dei molluschi bivalvi d’acqua dolce per rilevare in modo tempestivo eventuali contaminazioni idriche.
L’idea di Smart shell parte dalla conoscenza del comportamento dei molluschi bivalvi i quali modificano la frequenza del ritmo del loro movimento al modificarsi delle condizioni dell’acqua, sono quindi una sorta di sensori naturali capaci di fornire in tempo reale informazioni sulla qualità dell’acqua in cui vivono.

Ciò che i ricercatori hanno fatto è mettere a punto un sistema in grado di rilevare e analizzare il movimento del mollusco attraverso sensori che non prevedono il contatto diretto con l’animale e che si interfacciano con sistemi di trasmissione senza fili dei dati. Il dispositivo è quindi in grado di tracciare il comportamento del mollusco senza disturbare la sua naturale esistenza e quindi senza interferire con il suo naturale comportamento. Inoltre i ricercatori hanno progettato il dispositivo in modo che risulti essere di facile installazione, gestione e possa essere acquistato a costi contenuti.

Il vantaggio appare chiaro e si concretizza nella possibilità di avere un costante rilevamento dello stato delle acque – con l’esclusione di quelle trattate con cloro perché il mollusco reagisce a tale elemento come se si trattasse di un inquinante – senza dover ricorrere agli esami di laboratorio se non quando a seguito di rilevamento positivo da parte del mollusco è necessaria una indagine maggiormente approfondita per conoscere la tipologia di inquinante che ha generato la reazione anomala da parte dell’animale.

Il dispositivo progettato da Federica Di Giacinto e Luigi Carbone è installabile sia in laboratorio sia direttamente sul campo e mira a rispondere a esigenze operative che hanno le aziende che gestiscono gli acquedotti, i parchi nazionali e le aree protette, i gestori di impianti di allevamento di specie ittiche in acqua dolce, le industrie che devono controllare la qualità delle acque che re immettono nel circuito idrico, le industrie che devono conoscere la qualità dell’acqua per la loro produzione.

Smart shell che recentemente ha ricevuto una menzione per l'innovazione tecnologica nell'ambito del Meeting delle idee, la competizione di idee innovative organizzata dal Gruppo Giovani Confindustria Teramo all'interno della convention annuale White Information, è un sistema di allarme precoce biologico basato su organismi sentinella ed è il frutto di analisi puntuali e costanti effettuate in laboratorio ma è soprattutto un esempio di come l’applicazione delle opportune tecnologie a meccanismi del tutto naturali è in grado di rivelarsi efficace rappresentando la perfetta sintesi tra l’utilizzo dell’ambiente naturale senza che esso venga intaccato e l’ottenimento di nuove forme di acquisizione delle informazioni.



Cerca nel sito

CERCA

Menu utente