Le idee accadono

Il Web è più un'innovazione sociale che un'innovazione tecnica. L'ho progettato perché avesse una ricaduta sociale, perché aiutasse le persone a collaborare, e non come un giocattolo tecnologico. Tim Berners-Lee

Sharewood: l’Airbnb sostenibile per l’attrezzatura sportiva

Sharewood: l’Airbnb sostenibile per l’attrezzatura sportiva

Nata come una startup nella categoria sport outdoor, oggi è un marketplace con una community fortissima e prodotti a emissione zero: in tutta Europa.


La nuvola è tutto, la nuvola è la rete.

Su questo concetto, molte delle più giovani – e promettenti – società di servizi, hanno fatto la loro fortuna.
Booking, Uber, Airbnb... Sono tutte crasi di social e sharing.
È proprio dal famoso servizio di condivisione alloggi che ha preso le mosse Sharewood, una delle più vivaci startup tecnologiche sorte in Italia negli ultimi anni.
Con la differenza che qui il marketplace* lo fa un settore merceologico ancora quasi inesplorato.
 
Un’idea che i due co-founder Gabriele e Piercarlo concepirono quando erano in vacanza a Tarifa, Algarve, località notoriamente apprezzata per il surf e il camping. Peccato che i controlli aeroportuali rendano quasi impossibile il trasporto di tavole e picchetti da tenda!
Questa complicazione – più la benevolenza dei locali – fu la molla che fece scattare il concepimento di Sharewood: un Airbnb specifico per (qualsiasi) attrezzatura outdoor, non impattante e non a motore. 

Un occhio aperto agli investitori, l'altro ai consumer, i due amici intuirono che solo un progetto realmente sostenibile e realmente orientato alla comunità avrebbe consentito loro una permanenza sul mercato.
Così che – a mano a mano – i servizi proposti dalla loro piattaforma si sono evoluti:
dapprincipio un classico peer to peer, dove gli utenti -  tutte persone sporty ed eco-friendly – si scambiavano non solo i loro prodotti, ma anche consigli di viaggio e di esperienze.

Col tempo i “wooder” si sono affinati, è nato un sistema di ranking per valutare l’affidabilità delle persone e del transato, e le “esperienze” sono diventate veri e propri pacchetti monetizzabili che l’azienda propone su un marketplace, naturale evoluzione della prima piattaforma.
Un marketplace sempre più verticale quindi, che raccoglie tanto i wooder quanto i rivenditori, che Sharewood si sforza di tenere in contatto e intermediare con la massima trasparenza.

Un percorso nato da lontano, nel lembo più occidentale dell’Europa, e che all’Europa vuole ritornare.
Già dal 2018, che si preannuncia un anno esponenziale: il team vuole approdare nell'estremo nord, Scandinavia in primis, con accordi importanti.
La Finlandia è stata un pò la testa di ponte: dopo la prima, fortunata esperienza di InnovAction Lab**, la startup è attualmente attiva su Vertical Health Accelerator, il più importante acceleratore europeo nell'ambito sportivo. E, parallelamente a questo fronte, grandi partnership: Fox Sport e Sky Sport.

Tutta questa crescita consta di metodo e tenacia, certo, ma nulla ci impedisce di pensare che, senza alcune "singolarità" ed esperienze imboccate da Piercarlo e Gabriele, il loro percorso sarebbe stato, non certo impossibile, ma senz'altro più tortuoso.
Forse la più sodale, la più significatvia di queste esperienze è stata Share In Action***, il concorso promosso, tra gli altri, da Fondazione Italiana Accenture.
Incrocio di visioni, e di intenti, che ha unito la volontà di emergere di questa startup ai valori fondanti della Fondazione: promuovere le migliori opportunità per la comunità, premiando i migliori progetti. A metà strada tra incubazione e promozione, lo Share in Action 2017 è stato - lato Sharewood - sia un traguardo sia un trampolino di lancio: per nuove iniziative, sempre più progettate e scalabili; anche grazie alla mentorship di Accenture, che, prendendo a cuore l'idea, ha voluto credere alla bontà del progetto.


Già arrivato, in verità, su mezzo mercato italiano.
Ma solo lanciato - a quello stadio - verso le opprtunità dell'Europa.

 

Perciò se anche voi avete un assoluto bisogno di:
• picchettare una tenda per vostro figlio
• surfare con gli amici su un’assolata spiaggia dell’atlantico
• o se siete dei wooder che vogliono far fruttare 360° la propria attrezzatura (‘quant’è che quella fat bike è ferma in garage??’)
 
il sito da cliccare è solo uno >> https://sharewood.io/it
ed è un'eccellenza tutta italiana

PER APPROFONDIRE:

*marketplace: una piattaforma gestita da terze parti che mette in comunicazione compratore e venditore
**innovAction lab: il più importante acceleratore italiano di startup >> http://www.innovactionlab.org
***Share in Action: il concorso promosso da Fondazione Italiana Accenture, Associazioni Alumni Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e b-ventures, che ha premiato le migliori idee progettuali profit e non profit dedicate all’economia collaborativa. Scarica il comunicato stampa
 



Cerca nel sito

CERCA

Menu utente